Discografia

Alcuni Piccoli Film

“Alcuni piccoli film” è il secondo album di Gerardo Casiello, composto da undici canzoni che si srotolano come una pellicola cinematografica.

Il riferimento non è casuale, perché il cinema è rappresentazione e sintesi di un universo più ampio, quello della vita di tutti i giorni, che si può raccontare solo cogliendone i tratti essenziali. Le canzoni, evitando qualsiasi tentazione didascalica, cercano di restituire immagini che, attraverso l’attenzione per i particolari il più delle volte trascurati, possano sollecitare emozioni.

La scelta di una scrittura testuale semplice, diretta, e di un’elaborata veste strumentale, ha come obiettivo quello di creare atmosfere che possano suggerire a chi ascolta una dimensione ideale per la creazione delle proprie immagini. Ognuno può essere regista del proprio film.

Anche la molteplicità di linguaggi e stili musicali che caratterizza l’album riflette la varietà e la pluralità della rappresentazione cinematografica.

L’album è un colpo d’occhio sulla giornata-tipo di una persona, dal suo risveglio mattutino fino al sonno notturno; il percorso può essere inteso anche come metafora di nascita, vita e morte.

Il viaggio musicale di Gerardo Casiello, partito dalle storie tipiche di una contrada di provincia (“Contrada Casiello”, 2009), percorre adesso i territori dell’introspezione che possono condurre ai luoghi più ampi e variegati che l’immaginazione, sollecitata da musica e parole, riesce a disegnare.

E’ proprio dalle immagini che prende vita il progetto multimediale “Alcuni piccoli film”: undici videoclip realizzati con tecniche filmiche che comprendono animazione, time-lapse, stop-motion, compositing con camera virtuale, character-animation, matte-painting, motion-graphics e social-video.

Per la realizzazione hanno prestato la loro matita artisti importanti quali Riccardo Mannelli, Laura Scarpa, Zerocalcare, Pierdomenico Sirianni, Valerio Bindi, Bambi Kramer, Giuseppe Giannattasio, Stefano Argentero, Amedeo Nicodemo.

“Alcuni piccoli film” è dunque un’opera dove coesistono armonicamente musica, arti grafiche, filmiche e linguaggi digitali.

Data di pubblicazione: ottobre 2015

 

Tracklist

  1. Tanto per…
  2. Come un aeroplano
  3. Semafora
  4. La mia verità
  5. Due amanti
  6. Lo spettacolo
  7. Soltanto fiori
  8. Il posto al finestrino
  9. Varsavia 10 dicembre
  10.  Tre e un quarto
  11.  Una foglia

Musiche e testi di Gerardo Casiello
“Tanto per…”, “La mia verità”, “Due amanti”, “Lo spettacolo”, “Tre e un quarto” testi di Gerardo Casiello e Francesco Giannattasio
“Soltanto fiori” testo di Gerardo Casiello e Alessio Bonomo
Registrazioni e missaggi effettuati presso lo Studio Elettra di Calvi dell’Umbria (TR)

Registrato da Pasquale Minieri e Giacomo De Caterini
Fonico di sala: Alessandro Marcotulli
Missato da Pasquale Minieri, Francesco Giannattasio e Gerardo Casiello
Masterizzato da Antonio Baglio
Prodotto da Gerardo Casiello e Francesco Giannattasio
Produzione esecutiva: Maria Brigida Casiello, Gerardo Casiello e Simone Tarsitani per CATAGIAC edizioni
Arrangiamenti: Gerardo Casiello (voce, pianoforte, organo Hammond, armonium, chitarra, sansa, percussioni); Antonio Ragosta (chitarra elettrica, chitarra classica, chitarra portoghese, cavaquinho); Emiliano Pallotti (fisarmonica); Stefano Napoli (contrabbasso, basso elettrico); Pasquale Angelini (batteria, percussioni – usa batterie X-Drum, piatti Pasha e bacchette Lantec)

Arrangiamenti per fiati e archi: Tommaso Vittorini
 

Musicisti

Gerardo Casiello: voce, pianoforte, organo Hammond, armonium, chitarra, sansa, percussioni.
Antonio Ragosta: chitarra elettrica, chitarra classica, chitarra portoghese, cavaquinho.
Emiliano Pallotti: fisarmonica.
Stefano Napoli: contrabbasso, basso elettrico.
Pasquale Angelini: batteria, percussioni.
 

Ospiti

Rita Marcotulli: pianoforte.
Ares Tavolazzi: contrabbasso.
Giovanni Tommaso: contrabbasso.
Luca Velotti: clarinetto, sassofono.
Luca Pincini: violoncello.
Marcello Sirignano: violino.
Prisca Amori: violino.
Nico Ciricugno: viola.
Luca Costantini: chitarra.
Tony Cattano: trombone.
Torquato Sdrucia: sassofono.
Claudio Corvini: tromba.
Mario Corvini: trombone.
Tiziana Tiberio: cori.
Donatella Cambuli: cori.
Elettra Minieri: cori.
Francesco Giannattasio: cori.
Simone Tarsitani: percussioni, chitarra, fisarmonica.

Contrada Casiello

L’album d’esordio di Gerardo Casiello è un disco autobiografico che racconta esperienze vissute e vicende umane osservate. Gli scenari delle canzoni sono quelli immaginifici della fantasia di Gerardo, ma anche quelli reali della sua terra d’origine; una terra che ci viene restituita attraverso un viaggio musicale dai suoni della tradizione a un nuovo sound originale, con tutta la forza e l’umanità di una originaria cultura contadina ma con un orizzonte aperto a una molteplicità di apporti musicali e culturali. Contrada Casiello, quindi, non solo come luogo realmente esistente ma anche, e soprattutto, come crocevia ideale di sonorità e suggestioni generate dagli stimoli più diversi.

Data di pubblicazione: 5 ottobre 2009

 

Tracklist

  1. Pallottole e macumba
  2. Il giudizio universale
  3. Che m’importa
  4. Animali in rotta
  5. Sciolgo il voto
  6. Mon desir, mon amour
  7. Il poeta
  8. Il festino
  9. Ahi, l’amore
  10. Il giudizio universale (versione per banda)
  11. Filo di luce

Testi e musiche: Gerardo Casiello.
Produzione discografica: Pietro Paluello per “Poliedizioni”.
Edizioni musicali: Catagiac / Heristal Entertainment.
Produzione artistica: Francesco Giannattasio.
Arrangiamenti: Pierluigi Campa, Gerardo Casiello, Francesco Giannattasio, Matteo Pezzolet, Antonio Ragosta, Simone Tarsitani.
Arrangiamenti per banda: Paolo Montin.
Realizzato presso lo Studio Elettra, Calvi dell’Umbria (TR).
Registrazioni: Pasquale Minieri, Simone Tarsitani.
Missaggio: Rocco Siliotto e Francesco Giannattasio; “Mon desir, mon amour” missata da Pasquale Minieri.
Mastering: Bob Fix.

 

Musicisti

Pasquale Angelini, Pierluigi Campa, Gerardo Casiello, Francesco Giannattasio, Stefano Napoli, Paolo Montin, Massimo Moriconi, Emiliano Pallotti, Matteo Pezzolet, Karl Potter, Antonio Ragosta, Stradabanda, Simone Tarsitani.